Antonio al lavoro…

Autore di fumetti: collaborazione con Topolino e Tiramolla
1991 Debutto allo Zelig di Milano
1992 Partecipazione “Su la testa” di Paolo Rossi, RAI 3
1992 Premio satira politica Forte dei Marmi
1993 Spettacolo di Cabaret prodotto da Zelig con Aldo Giovanni e Giacomo
1993 “Cielito lindo” con Claudio Bisio, RAI 3
1994 debutto al Teatro Litta  di Milano con un monologo scritto con Riccardo Piferi e Carlo Turati
1995 “Il circo” di Paolo Rossi, interpreto l’ecologista Rodolfo Valentino
1996 Trasmissione TV in onda su TMC “Retromarch”
1997 Programmi televisivi: “Scatafascio” su Italia 1 e “Facciamo cabaret” da Zelig
1999 Spettacolo teatrale e televisivo “Tel chi el telun” con Aldo Giovanni e Giacomo
2001 Tournée teatrale con Marina Massironi; testo francese “Andrée le magnifique”
2002 Spettacolo satirico prodotto da Zelig “CULT”
2003 Zelig off
2003 “Che tempo che fa” RAI 3 con Fabio Fazio
2004 Zelig CIRCUS
2004 RAI 3 “Che tempo che fa” con Fabio Fazio
2004 Premio satira politica  FORTE DEI MARMI
dal 2003 al 2007 “Che tempo che fa” RAI 3 con Fabio Fazio
dal 2004 al 2006 “Povero Silvio” spettacolo teatrale scritto con Marco Posani
2005 “Rockpolitik” con Adriano Celentano e Maurizio Crozza
2007 Festival di San Remo, ospite prima puntata
2007 “La situazione di mia sorella non è buona” con Adriano Celentano
2007 “Chiedilo a Silvio” spettacolo teatrale scritto con marco Posani
2007 / 2008 Produzione  spettacolo teatrale ”Cecile”  di G.Lauzier Regia di Elio De Capitani con Antonio Cornacchione, Gabriele Calindri, Gianni Palladino
2008 “Crozza Italia”, interpretavo il Dollaro
dal 2007 al 2010  e dal 2012 al 2014  partecipazione spettacolo televisivo GLOB con Enrico Bertolino
2008 / 2009 / 2010 Spettacolo “Satire liriche” con Carlo Fava; scritto con Luca Bottura
2011 Partecipazione Film “Bar Sport” di Massimo Martelli; dal libro di Stefano Benni
2011 Partecipazione al film  “Faccio un salto all’Avana” regia di Dario Baldi, con Enrico Brignano
2011 Partecipazione spettacolo tv “Lilith” con Debora Villa
2012 Partecipazione Spettacolo televisivo “Glob Spread” con Enrico Bertolino, RAI 3
2013 / 2014 Spettacolo teatrale “L’ho fatto per il mio paese” con Lucia vasini; testo di F. Freyrie, Andrea zalone, Antonio Cornacchione
2014 “Cronache Sessuali” Spettacolo teatrale
2014 Partecipazione Spettacolo TV “Glob” Rai 3 “diversamente Italiani”

Ecco l’analisi critico-pedagogica dei miei testi:
Trattasi naturalmente di monologo perlopiù comico, con lievi venature poetiche, con alcune fasi concitate e drammatiche.
La durata dello spettacolo dipende  dal pubblico… si tratta  del mio secondo sforzo creativo. Infatti ho scritto due spettacoli, uno molto drammatico e uno molto comico, anche se è difficile distinguerli.
Da una attenta analisi dei miei testi si può capire che i pezzi comici nascono dall’osservazione quotidiana, pomeridiana o serale… questo dipende dall’ora in cui osservo.
Si, perché la mia specialità è l’osservazione. Ci sono giorni che osservo dalla mattina  alla sera. Una mattina osservando gli scavi della metropolitana in compagnia dei maggiori autori comici del momento, al momento disoccupati mi sono detto: “Perché non produco una comicità minimalista che assurga spesso a interessanti livelli di satira sociale?”
Da quel giorno gli operai della metropolitana hanno perso un affezionato spettatore.
Ma ancora oggi osservando i lavori sull’Autostrada non posso fare a meno di chiedermi: “Perché costruiscono i ponti sopra i fiumi e le strade? Fanno più fatica  e costano molto di più. Dovrebbero costruirli dove sotto non c’è niente… una bella strada in pianura e all’improvviso, senza motivo, un bel ponte! A cosa servirebbe? A niente! Ma se un giorno costruiamo una Autostrada gliela facciamo passare sotto!!”

Hanno detto:
I suoi monologhi fotografano il disagio di essere in qualche modo contro In una metropoli sempre più uguale! mah…

POVERO SILVIO
Scrivendo questo spettacolo ho cercato di mettere in pratica quei principi religiosi e civili a cui sono stato educato fin dall’infanzia.
Anche da piccolo pensavo che la solidarietà, il soccorso dei bisognosi, l’aiuto dato a una persona che soffre, siano un valore fondamentale della nostra società.
Per questo ho deciso di difendere una persona che in questo momento soffre:
Il nostro Silvio Berlusconi.
Questo uomo commovente  è sceso in campo per noi, per l’Italia e ha avuto in cambio solo critiche e odio. Ma come… lui si sacrifica per noi e questo è il ringraziamento?
Purtroppo l’Italia è un paese dove tutti vanno in soccorso al vincitore. Un popolo pronto a   osannare il potente di turno per poi abbandonarlo alle prime difficoltà… è già successo.
Silvio ha bisogno di un sorriso, di affetto sincero, di  una parola  di amicizia che lo incoraggi e lo faccia ripartire più ottimista di prima verso la sua missione:
Sconfiggere i comunisti infiltrati nella vita politica e sociale Italiana. Un comunista non entra in un Bar, si infiltra in un Bar.
Perché la gente non capisce? Per questo ho deciso aiutarlo e di farmi portavoce delle sue istanze, visto che l’informazione Italiana è tutta schierata a sinistra.
Parte degli incassi dei miei spettacoli viene devoluto a Silvio in segno tangibile di riconoscenza.
Uno spettacolo il mio che parla di tutto e quindi solo di Silvio, in quanto nella mia visione panteistica Silvio è presente in ogni luogo.
Venite a teatro, Silvio ne sarà felice.
Quelli che lo amano potranno commuoversi con me e quelli che lo odiano avranno occasione per convertirsi.
Silvio vi ama e ha bisogno di essere amato. Che Silvio vi assista.
P.S. (Che sta per Povero Silvio) Nello spettacolo si parlerà anche un poco di me, ma proprio poco per non oscurare Silvio.