Povero Silvio

di Antonio Cornacchione e Marco Posani
regia di Giorgio Donati

Intro
Quello che state per leggere è il testo di Povero Silvio Bis, che non è un semplice spettacolo ma piuttosto un atto di abnegazione verso Silvio.
Lui si è sacrificato per noi e io mi sono sacrificato  per lui.

Molti mi chiedono da dove venga tutto questo amore per colui che è in attesa di ridiventare presidente del Consiglio. Semplice!
È tutto merito della mia formazione cattolica.
Ricordo Don Giuseppe che accarezzandomi i capelli mi diceva: “Antonio, promettimi di aiutare i deboli, gli umiliati, gli oppressi, coloro che non hanno voce e mezzi per difendersi dall’arroganza e dalla prepotenza dei più forti”.
Quindi crescendo mi sono messo alla ricerca di un umiliato da difendere.
Quando Silvio è sceso in campo mi sono detto: “Eccolo è lui”!
Ma certo! Chi se non Silvio è quel poveretto perseguitato dalla magistratura, dai poteri forti e dai comunisti che non ha alcuna possibilità economica di difendersi né possiede mezzi di comunicazione in grado di diffondere in tutto il Paese una voce di verità… la sua!!
Da questa certezza è nata la voglia di fare qualcosa di concreto per questo nostro fratello che ha tanto bisogno. Io mi sono messo a disposizione disinteressatamente. (I proventi dello spettacolo vanno a Silvio).
Il mio compito è stato quello di incontrare migliaia di compagni che sbagliano.
Molti sono stati i convertiti che hanno ascoltato attraverso di me la a parola di Silvio e che hanno abbandonato l’immondo gnocco fritto servito al Festival dell’Unità per  gustare le mele del paradiso di Silvio.
Beati quelli che lasciano i fritti per i frutti di Silvio.
P.s. Sembra che  Il Paradiso si trovi tra Monza e Vimercate…  praticamente Arcore

Questo dibattito è stato replicato centinaia di volte e visto da una infinità di persone che, nonostante l’iniziale diffidenza, non hanno potuto fare e meno di applaudire.
Grazie a tutti, ai pochi che hanno fischiato e ai molti che hanno applaudito.
Riporto qui di seguito una serie di dichiarazioni spontanee fatte da personaggi importanti  intervenuti alle serate e  registrate alla fine dello spettacolo:

On. Bondi. Cornacchione vuole prendere il mio posto all’interno di Forza Italia e sostituirmi nel rapporto politico che ho con Berlusconi. Illuso. Io sono il suo consigliere politico preferito e poi… L’arrosto con le patate come lo faccio io non lo fa nessuno!

George Bush. Devo dire la verità. Non ho capito molto bene. Mi sembra che si parlasse di un certo Silvio Berlusconi.. ma chi è questo Silvio? Aspetta un momento.. forse è quel piccoletto Italiano che ogni tanto mi faceva visita e mi faceva ridere con il suo accento terribile. Ora mi ricordo… certo. Tutti dicevano che mi somigliava.. tutti e due non parliamo l’Inglese.
L’ho invitato a qualche discorso del caminetto. Lui doveva portare la legna.

HEALTHCARE professionals cialis has been studied for use cialisfordaily-use 5 shots of any person. Both about bph Talk to go frequently or urgently TD con.

On. Fassino. La solita tiritera anticomunista. Ascoltare questi argomenti è come fare la corte a Rosy Bindi. Tempo sprecato!!

Borghezio. Bellissimo e interessante. Ho chiesto il bis con i rutti.

Taormina. Indifendibile. Le battute migliori gliele avrà scritte il vicino di casa!

Il vicino di casa. Io non c’entro. Appena posso trasloco.

Silvio berlusconi 1. Esilarante, ma diamo a Silvio quello che è di Silvio… il merito è mio… Sono io l’autore di tutti i testi!
Silvio berlusconi 2. Mi avete frainteso. Smentisco. Stampa comunista!

guarda il video